IL DOCFA NON STAMPA E NON ESPORTA: UNA SOLUZIONE

20.827 Visualizzazioni

Chiunque abbia mai operato con il DOCFA, l’applicativo “Documentazione Catasto Fabbricati” messo a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate insieme alla sua “branca tecnica” Sogei, avrà sicuramente prima o poi avuto a che fare con qualche tipo di problema che ne ha inibito magari temporaneamente la funzionalità ma che sicuramente ha ostacolato la buona riuscita di un lavoro.

Uno dei problemi più classici ed irritanti è il famoso (tra gli “Addetti ai Lavori”) Errore 163. Classico perchè è spesso associato alle ultime versioni di Windows, ed irritante perchè è il problema che si presenta proprio alla fine del procedimento, quando la nostra pratica è ormai pronta e deve solo essere stampata, o meglio esportata in formato PDF.

Proprio quando si clicca per avviare la stampa in PDF della documentazione DOCFA, esce infatti un messaggio di errore di questo genere:

file’C:\Docfa4 PNG\nzst00.\lbr\NZST00.int’

error code: 163, pc=27FD, call=1, seg=0

163 error message text not found

Si tratta appunto del classico Errore 163. Il DOCFA a questo punto non esporterà alcun tipo di documento, anzi si chiuderà improvvisamente lasciandovi con espressione interdetta a contemplare lo schermo.

Se anche a Voi è capitato o capita di incorrere in un simile contrattempo, potete provare a risolvere la situazione come l’ho risolta io. Ecco di seguito come mi sono comportato, premettendo che il mio PC è dotato di un Sistema Operativo con Windows 10 a 64 bit.

Inizialmente avevo chiamato l’Assistenza Tecnica, e dopo aver esposto il mio problema, mi era stato suggerito di scaricare ed installare dal sito ufficiale Microsoft l’applicativo Visual C++ 2010, che secondo loro avrebbe risolto la situazione.

Niente di più sbagliato, almeno nel mio caso. Avevo installato Visual C++ 2010 ma il mio problema con DOCFA persisteva. Errore 163 e chiusura del programma.

Mi ero poi accorto, peregrinando in lungo e in largo per Internet, che il problema era in realtà provocato da Java, la famosa piattaforma software su cui è basato il DOCFA insieme anche a diversi altri programmi rilasciati da Sogei.

Da quanto ero riuscito a capire, sembra che le versioni troppo “moderne” di Java non vadano bene al nostro DOCFA. Avrei dovuto quindi scaricarne una un po’più datata, cioè la versione jre-1_5_0_16-windows-i586-p.exe scaricabile da sito dell’Agenzia delle Entrate, precisamente a questo indirizzo:

 https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/javavm/jvm150_16

All’epoca dei fatti però (un paio di mesi prima della pubblicazione di questo articolo), cliccando sui link di download presenti nella pagina di cui sopra compariva sempre un messaggio di errore: il file che volevo scaricare non era presente.

In questo momento invece pare che lo abbiano rimesso al suo posto e che si possa scaricare tranquillamente.

Avevo ricominciato così a girovagare per Internet cercando questo famoso applicativo Java, fino a quando non lo avevo scaricato poi dal sito di Java stesso, proprietà della Oracle, trovandolo tra le decine di versioni pubblicate.

Una volta installata la piattaforma Java adatta, essa può poi “convivere” sul PC anche con le versioni più recenti. Bisogna solo ricordarsi, quando si effettuano gli aggiornamenti di Java, di non cancellare le versioni precedenti.

L’installazione di quella particolare versione di Java aveva fatto funzionare il DOCFA, che finalmente mi aveva stampato il PDF desiderato, permettendomi di concludere il mio incarico professionale.

A chi servisse e si trovasse nella mia stessa situazione, lascio di seguito un link diretto al portale Java Archive Downloads per il download dell’applicativo

Il portale Java Archive Downloads è diviso in categorie, e la versione Java che ci interessa, la jre-1_5_0_16-windows-i586-p.exe va cercata nella categoria Java SE Runtime Environment 5.0u16, alla prima voce Windows Offline Installation.

Prima di scaricare l’applicativo è obbligatorio accettare l’Accordo sull’Utilizzo della Licenza (è necessario spuntare quindi la voce “Accept License Agreenment”).

Hai anche tu bisogno di una Pratica Catastale?

37 risposte a “IL DOCFA NON STAMPA E NON ESPORTA: UNA SOLUZIONE”

  1. Grazie alla tua pagina sono riuscito a risolvere il problema che avevo ora dopo l’istallazione del Windows 10 sul mio pc. IL DOCFA NON STAMPA E NON ESPORTA: UNA SOLUZIONE.
    Grazie ancora collega!

  2. Ciao Alessandro
    Ho provato come hai detto tu, ma appare Jdk – 1_5_0_16 windows-i586-p.exe e per scaricarlo chiede di registrarmi di fare un account ed molto complicato, devo proprio fare cosi?
    grazie
    Nicola

    1. Ciao Nicola,
      intanto grazie per la segnalazione.

      1. Nel risponderTi devo prima far notare che il file da scaricare non inizia con la sigla “jdk” (che sta per “Java Developement Kit”) ma con “jre” (cioè “Java Runtime Environment”).
      Quindi l’elemento da cercare nella lista del Java Archive Download di Oracle è il seguente: jre-1_5_0_16-windows-i586-p.exe
      Lo puoi trovare tra i file elencati sotto il titolone “Java SE Runtime Environment 5.0u16”

      2. Effettivamente anch’io ho notato che ora per scaricare il file devi prima essere registrato al sito di Oracle.
      Esiste però anche la possibilità di scaricare il file direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, che lo mette a disposizione al seguente link, riportato anche all’interno del mio articolo: https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/javavm/jvm150_16
      In quest’ultimo modo non è necessario effettuare alcun Login o registrazione.
      Puoi tenere comunque come riferimento anche il sito del “Java Archive Download”, che può tornare utile nel caso in cui il link presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate non funzionasse per qualche motivo (come era successo a me).

      Saluti

      Alessandro

  3. Grazie, problema risolto!!!
    Dal sito dell’Agenzia delle Entrate non era così chiaro, soprattutto per identificare la corretta versione.
    Un cordiale saluto,
    Ettore

  4. Grazie mille!!!
    Ho scaricato quanto indicato ed effettivamente richiede la registrazione a Oracle. Fatta
    Ora riesco sia ad esportare il file pdf, sia ad importare altri pdf nel programma docfa da modificare!!!
    Grazie ancora dell’info veramente essenziale!!!!
    Saluti
    Cinzia

  5. “naturalmente” mi sono trovato bloccato alle 20.00 di sera e non riuscire a concludere il docfa urgente… spero funzioni
    ora provo,
    dita incrociate

    GRAZIE
    spiegazione molto dettagliata ed utilissima

  6. Per risolvere ho dovuto comunque rimuovere gli aggiornamenti java gia installati: per qualche strano motivo, nel mio pc la “convivenza” con le versioni più nuove non ha funzionato.
    Grazie mille!

    1. Ciao Piero,

      grazie della segnalazione.
      Mi dispiace per il tuo inconveniente. Come potrai immaginare, io chiaramente non sono un programmatore, e mi sono quindi limitato a pubblicare quella soluzione che ha funzionato nel mio caso.
      Ovviamente come tutti sappiamo, quello di Java + Sogei è un mix che porta spesso con sè risultati imponderabili, a fronte dei quali la soluzione applicata per un certo caso, può facilmente non andare bene per un altro, a causa di mille variabili.
      Per fortuna sei riuscito a risolvere comunque la cosa.

      Cordialmente

      Alessandro

  7. Grazie mille collega. Il DOCFA ha una struttura molto complessa. Secondo me, dovrebbero elaborarlo tipo “Word”… Nell’augurare un buon lavoro, colgo l’occasione per i saluti estesi alla Tua Famiglia, antonio ruocco.

  8. Ho lo stesso problema ma una volta scaricato JAVA mi da errore solito ……. Errore di Windows 2………. e non riesco a risolverlo…

  9. Buongiorno, cerco aiuto. Anche se ho installato Java…non mi fa esportare il file e mi da un errore in bianco…non c’è scritto nulla. Non so più cosa fare

  10. immaginavo fosse colpa di java (esperienza da pregeo) ma non trovando il link nella pagina di docfa avevo dubbi; leggendo il tuo sito ho scaricato java dal link https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/javavm/jvm150_16 e… tutto a posto. Grazie della tua condivisione. ho respirato aria di Chiavari da piccolo quindi ti saluto con un pò di nostalgia per la tua cittadina. Gianni Piga geometra anzianissimo

    1. Ciao Gianni,

      ti ringrazio e spero, appena ci sarà consentito di spostarci più liberamente e con tranquillità, che tu e le tante altre persone che anche se lontane portano sempre un po’di Liguria nel cuore, possiate tornare a farci visita.
      In quanto all'”anzianissimo”, per me è sempre un piacere sentire la voce dell’esperienza, che è una delle “pietre fondanti” della Nostra bella Professione.

      Un Caro Saluto

      Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *